Champoluc - Ayas - Antagnod

Ayas

Ayas è l’ultimo comune della Valle dell’Evançon, situato in una conca dominata dal massiccio del Monte Rosa. Al nome Ayas non corrisponde un abitato specifico, ma la località è frammentata in numerosi villaggi, fra cui i più noti sono Champoluc, Antagnod, Frachey, Saint-Jacques-des-Allemands e Le Crest.

Il paesaggio è molto vario: ghiacciai e aspre pareti rocciose fiancheggiano zone verdi costituite da prati e pascoli, con il massiccio del Monte Rosa che fa da sfondo. L’architettura e i costumi di questa zona furono influenzati in maniera notevole da alcune popolazioni della Svizzera tedesca, i Walser, che s’insediarono soprattutto nell’alta Val d’Ayas, ne sono testimonianza i numerosi villaggi con i tipici rascards.

Ad Antagnod oltre la chiesa parrocchiale di San Martino con l’altare maggiore intagliato, dipinto e dorato di notevole interesse è possibile vedere alcune abitazioni tipiche, tra cui la Maison Fournier, una costruzione contraddistinta da una lunga balconata in legno e affiancata da una torre scalare cilindrica; in questo edificio si trova la sede dell’IVAT, l’artigianato tipico valdostano e della Cooperativa “Li Tsacolé” d’Ayas (sabots).

Oggi Ayas vanta un’offerta turistica di prim’ordine: in inverno si può usufruire di spettacolari fuoripista e di un inesauribile carosello di piste nel comprensorio del Monterosaski, che si snodano attorno al ghiacciaio e che vanno a toccare anche la Valle di Gressoney ed Alagna in Valsesia, di numerosi anelli per lo sci di fondo, di un pattinaggio, arrampicata su ghiaccio, passeggiate con racchette da neve e per l’après-ski, caldi locali per serate in musica ed allegria. D’estate il paesaggio si trasforma e le cime dei monti diventano mete per escursioni di tutti i livelli dall’alpinismo alla semplice passeggiata, ai tracciati per mountain bike. I vari villaggi diventano poi punti d’incontro dove vengono organizzate numerose iniziative per trascorrere la vacanza nel modo più appagante.